Bamboo, Sustainability

Perché il bamboo gigante è una risorsa promettente

Conosciamo meglio questa risorsa

Dal punto di vista botanico, il bamboo è un’erba appartenente alla famiglia delle graminacee, quindi non un legno. Con il termine bambù si identifica un gruppo di specie botaniche. Sebbene la tassonomia completa sia ancora in evoluzione, le stime attuali indicano che esistono circa 1500 varietà diverse di bambù. Ci sono notevoli differenze in termini di dimensioni, colore, distribuzione ed aspetto dei nodi, proprietà meccaniche e regioni climatiche.

Alcune specie giganti possono raggiungere i 30 m con una larghezza del culmo sino a 30 cm mentre altre specie non superano il metro di altezza ed 1 cm di diametro. A seconda delle circostanze climatiche, possono esserci anche molte variazioni nelle dimensioni e nella qualità dei culmi della stessa specie. I culmi più grandi si sviluppano in climi fertili ed umidi mentre i più piccoli in climi aridi ed asciutti.

Fondamentali Differenze rispetto agli Alberi

In generale, il bamboo è cavo (anche se esistono alcune specie piene), con sezioni separate a distanze irregolari formate da diaframmi trasversali nella cavità del culmo. Questi diaframmi sono visibili sulla corteccia del culmo come sporgenze a forma di anello. Questo è anche il punto in cui, solitamente, spuntano dai nodi superiori i rami con il fogliame.

Le piante hanno un sistema di radici costituito da parti sotterranee chiamate rizomi da cui i culmi crescono sopra il terreno. I rizomi ancorano la pianta al suolo e forniscono ad essa nutrimento e acqua per produrre nuovi rizomi. Un singolo organismo ha quindi più culmi. L'estesa rete di rizomi aiuta anche a stabilizzare il suolo e ripristinare le falde acquifere, rendendo il bamboo molto adatto alla riforestazione su terreni poveri.

A differenza di un tronco d'albero, il culmo di bamboo non cresce di spessore. Lo spessore del germoglio determina lo spessore del fusto maturo in quanto la crescita cellulare si verifica solo in senso longitudinale. Le varie sezioni di un gambo maturo sono già presenti fin dall'inizio e si sviluppano come i tubi di un telescopio scorrevole.

Cresci Bamboo, Cresci!

Una delle caratteristiche più interessanti del bamboo gigante è la sua insuperabile velocità di crescita. Durante la stagione di crescita, i germogli spuntano da terra e raggiungono la loro lunghezza finale, fino a 30 m di altezza in un paio di mesi, con una velocità di crescita massima registrata fino a 1 metro al giorno. Infatti, detiene il Guinness World Record per la pianta con la crescita più rapida al mondo:

Bamboo detiene il Guinness World Record per la pianta con la crescita più rapida

La lignificazione (indurimento del culmo) avviene nei primi 2-3 anni, mentre la maturità è raggiunta dopo soli 5 anni, che è il momento in cui il culmo è pronto per essere raccolto e trasformato in prodotti durevoli per l’edilizia. Grazie alla sua rapida crescita la pianta assorbe una grande quantità di CO2 dall'atmosfera, restituendo ossigeno in cambio, che resta immagazzinata per molto tempo ancora non solo nella piantagione, ma anche nell'elevato numero di semilavorati prodotti dal bambù raccolto (rendimento annuale, vedi anche il capitolo 4 in Booming Bamboo).

Distribuzione mondiale

Sebbene la percezione comune sia che il bamboo cresca principalmente in Asia, la sua area di crescita è distribuita uniformemente in tutto il mondo. Le specie giganti, che hanno il maggior potenziale per la trasformazione industriale e lo sviluppo economico, provengono principalmente da aree (sub) tropicali, di solito nei paesi in via di sviluppo o nelle economie emergenti.

La Cina (7 milioni di ettari) e l'India (9 milioni di ettari) hanno le maggiori riserve di foreste di bambù, per un totale di oltre la metà dei 32 milioni di ettari disponibili in tutto il mondo. Nei paesi occidentali, il bambù è usato principalmente come pianta da giardino e per l'architettura del paesaggio.

La specie gigante più conosciuta è probabilmente il Phyllostachus Pubescens (fino a 15-20 m di lunghezza, 10-12 cm di diametro), proveniente dalla Cina, dove è chiamato 'moso bamboo'. È la colonna portante dell'industria cinese del bamboo. Altre specie giganti come Guadua Angustifolia e Dendrocalamus Asper, che crescono in regioni tropicali, sono note per le loro enormi dimensioni (sino a 25 metri di altezza con un diametro fino a 22 cm) e per le buone proprietà strutturali. La specie Guadua è conosciuta in particolare per la sua durezza.

Commercio equo per l’agricoltore

Una pianta è composta da diversi culmi e ogni anno cresceranno nuovi germogli dalla pianta madre. In generale, il 20-25% dei culmi in una foresta o in una piantagione può essere raccolto in modo sostenibile ogni anno, senza diminuire le dimensioni della piantagione o il numero di culmi per ettaro. L’organismo non muore dopo la raccolta. Al contrario, raccogliendo i culmi maturi la resa e la qualità della piantagione aumenta effettivamente.

Ciò significa che il bambù viene gestito al meglio come coltura agricola, con un sistema di raccolta annuale, che lo rende molto meno suscettibile al taglio netto rispetto al legno con i suoi lunghi cicli di rotazione e il ritorno dell'investimento a lungo termine. Pertanto, un agricoltore gestirà la sua coltivazione in modo sostenibile, per garantire un approvvigionamento annuo costante, prevenendo la deforestazione. Per lo stesso motivo, la certificazione forestale per prevenire la deforestazione è meno necessaria per il bambù, come invece accade nella produzione del legno. Al momento, l'unico vantaggio di introdurre una certificazione relativa alla catena di custodia sarebbe quello di salvaguardare gli aspetti sociali nell'industria del bambù. Poiché molti progetti di costruzione occidentali richiedono oggigiorno la certificazione per il legno, questo è spesso richiesto anche per il bamboo (nonostante non sia un legno), dal 2008 il bambù è stato anch’esso incluso nel sistema di certificazione FSC®.

Author Image
Pablo van der Lugt

Head of Sustainability at MOSO International Head of Sustainability at MOSO International Director de Investigación y Desarrollo MOSO International B.V Directeur Recherche et Développement MOSO International B.V Hoofd duurzaamheid bij MOSO International Leiter Forschung und Entwicklung bei MOSO International BV Manager Ricerca e Sviluppo MOSO International B.V Director de Inovação & Desenvolvimento da MOSO International BV 荷兰MOSO International BV

March 2020

linkedin mail

Essere sempre aggiornati

Aderite alla nostra newsletter se desiderate essere sempre aggiornati sulle ultime novità nel mondo del Bamboo. 

Iscrivetevi